Almeno un puntino

trovalaluce

Ti auguro di trovare almeno un puntino di luce e di poesia in ogni cosa. E soprattutto un puntino di speranza, perché se ci guardiamo attorno, vicino e lontano, ci accorgiamo che è l’unica cosa che serve.

Ode alla speranza

Crepuscolo marino,
in mezzo
alla mia vita,
le onde come uve,
la solitudine del cielo,
mi colmi
e mi trabocchi,
tutto il mare,
tutto il cielo,
movimento
e spazio,
i battaglioni bianchi
della schiuma,
la terra color arancia,
la cintura
incendiata
del sole in agonia,
tanti
doni e doni,
uccelli
che vanno verso i loro sogni,
e il mare, il mare,
aroma
sospeso,
coro di sale sonoro,
e nel frattempo,
noi,
gli uomini,
vicino all’acqua,
che lottiamo
e speriamo
vicino al mare,
speriamo.

Le onde dicono alla costa salda:
Tutto sarà compiuto.

Pablo Neruda, in Las Odas elementales (1954), traduzione dal web.

* dato che tra poco è Natale, ascolterei Pearl Jam – Let me sleep (It’s Christmas Time) https://www.youtube.com/watch?v=CzjgMXseMvg e due superclassici: John Lennon – Happy Xmas (War Is Over) https://www.youtube.com/watch?v=z8Vfp48laS8  e Charles Brown – Please Come Home For Christmas https://www.youtube.com/watch?v=vxpgWkqlUvk  (con anche il magico fruscio del vinile!).

lucepoesia1-copia-copia

Eppure siamo stati bambini…

pino

(Tra poco è Natale, mille auguri a te che stai leggendo)

Il giorno bambino

Sfioro il muschio leggero
e fragile, come la pace
– cʼè pace almeno oggi? –
mentre stringo il ricordo
e abbandono lacrime di silenzio
– mute parole di dolcezza.
Da piccola amavo questo tempo
scandito da luci nuove
né vedevo la plastica:
solo del calore mi coprivo,
felice e doloroso
fino al morso della nostalgia.
Dovʼè?
Dovʼè quel giorno bambino?

(Irene Marchi)