Go slowly

rallentare

Esperimento di Blackout Poetry n.3 (per il n.1 e il n.2 vedi http://lapoesianonsimangia.myblog.it/2016/02/03/blackout-poetry-s-valentino/ e http://lapoesianonsimangia.myblog.it/2016/12/07/parlarsi/)

Andare piano, rallentare, ritrovare un ritmo “umano”, …: è solo un’idea retorica e impossibile?

blackout poetry 3

(Sempre

si può camminare

                          lentamente

nella vita:

il viaggio non sembri ridicolo.)

tratto da

piccoloprincipejpg*ascoltando Fabio Concato – Guido piano