Sul sentiero

ombre

A volte è troppo difficile o pericoloso distogliere lo sguardo dalla strada che si sta percorrendo. Se almeno sapessimo decifrare le ombre che le nuvole disegnano a terra: che cosa vogliono comunicarci?

Sono come un occhio di cavallo

Sono come un occhio di cavallo
riparato dal mondo.
Non chiedermi
quando sarò da te,
quali alberi e quali fiori
ho incontrato.
Io vedo soltanto il sentiero
e di tanto in tanto
le ombre delle nuvole
inviarmi messaggi
che non capisco.

°°°

Sunt ca un ochi de cal

Sunt ca un ochi de cal
Acoperit spre lume.
Să nu mă-ntrebi
Când o să-ajung la tine,
Ce arbori şi ce flori
Am întâlnit.
Eu văd numai drumul
Şi din când în când
Umbrele norilor
Transmiţându-mi mesaje
Pe care nu le înţeleg.

 

Ana Blandiana (Timisoara 1942), da Ottobre, Novembre, Dicembre, 1972, in Un tempo gli alberi avevano occhi, Donzelli, 2004, traduzione di Biancamaria Frabotta e Bruno Mazzoni

*ascoltando Peter Green –The supernatural https://www.youtube.com/watch?v=YoasUjXBkm8

Sul sentieroultima modifica: 2019-06-15T00:01:54+02:00da irenesettanta
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento