La luna sul comodino

window4

(Come la sogni, la tua casa?)

 

Voglio una casa senza porte
il vento che entra e fischia
insieme ad uccelli vagabondi,
una casa vuota dove dormono
angeli invisibili e crescono fiori
tra le fessure dei muri, e di notte
la luna sparge la sua acqua d’argento
e gira con il tempo finché l’afferro
come una moneta e la getto nel pozzo
e lei dal fondo mi guarda silenziosa
e mi incanta fino all’oblio, fino all’oro
dell’alba che sogna questo sogno.

Franca Alaimo, da 100 poesie, peQuod, 2024

°ascoltando René Aubry – My Body Is My Househttps://www.youtube.com/watch?v=8A5wHp-sucU

La luna sul comodinoultima modifica: 2024-06-12T17:54:29+02:00da irenesettanta
Reposta per primo quest’articolo