Non portare nulla

meglio niente, appunto

Sarebbe meglio regalare solo la verità. Subito e senza tanti giri di parole. Sempre.

 

Visite di cortesia

Non portarmi fiori,
ti prego, 
ma una confezione piccola
di ascolto
che varchi la soglia
del comune farfintadisentire.
Non regalarmi enormi promesse
̶  ti chiamo, ci vediamo  ̶
mantieni la verità
senza la logica
almeno per pochi attimi
                                   degli occhi
per poche pieghe
                        del sorriso.

 
Irene Marchi, da La parte in ombra, Edizioni Ensemble, 2018 (ne parlo qui https://lapoesianonsimangia.myblog.it/2018/06/19/la-parte-in-ombra/)

 *ascoltando Yann Tiersen – Les Deux Pianos https://www.youtube.com/watch?v=TcEacpB5wFw

R.S.V.P.

rsvp

 

R.S.V.P.

Répondez sʼil vous plaît
e non solo ai vanitosi inviti,
rispondiamo
con gli occhi
alle parole,
con parole di silenzio
a un grido silenzioso.
Nessuno è
quello che fa sembrare:
rispondiamo
se qualcuno cade
per un momento
dal nostro carro di carnevale.

Tratta da Irene Marchi, Fiori, mine e alcune domande, Sillabe di Sale Editore, 2015