#troveròlastrada

hastagsonoancoraviva

L’hashtag sembra essere ormai irrinunciabile. Tutto, grazie a questo simbolo, sembra avere una piccola forza propulsiva in più, una maggiore velocità di movimento (prossimamente andremo anche dal fruttivendolo con i cartelli con scritto  “1 Kg di #kiwibellimaturi”, “2 Kg di #melerossenuove”…). Perciò oggi ho voluto sfruttare anch’io  questa magica forza dell’hashtag, come fosse un portafortuna: speriamo che per tutti  si possa avverare quello che scrive la poetessa in questa poesia… (#)troveròlastrada.

 

Mi perdo nelle cavità del crepuscolo
dove si incrociano
ricordi e sogni.
Non ho più meta
da rincorrere.
Arriverò in tempo,
troverò la strada,
per quanto sia scura
la notte calante.

Luglio 1994

Blaga Dimitrova (Bulgaria, 1922-2003), da Sull’orlo, 1996

*ascoltando Jon & Vangelis – I’ll Find My Way Home https://www.youtube.com/watch?v=FqK0MAO6YtA

Appunti indecifrabili

appunti incomprensibili

Appunti sotto il cuscino

Li tiro fuori al risveglio
dal fondo dei sogni.

La mia mano ha graffiato,
libera nell’oscurità.

A stento decifro i segni
come iscrizioni runiche.

Mi sono inviata da sola
messaggi da un altro luogo.

E il mattino si rischiara
con la loro mancanza di chiarezza.

Blaga Dimitrova (Bulgaria, 1922-2003), dalla raccolta A metà, Balgarski pisatel, Sofia, 1990

*ascoltando Axel Rudi Pell – Serenade of Darkness https://www.youtube.com/watch?v=z7AJRf71Nw8