Scegli un posto dove restare

il cassetto

Io nel cassetto della cucina, quello disordinato (ma forse anche nel tronco di una betulla). E tu?

Ho un alloggio di fortuna:
il mio corpo.
Ieri sera non sapevo dove sistemarmi:
lo stomaco bruciava,
gli occhi erano spine,
la lingua amara,
nelle ossa
temporali.
Bisogna prendere casa nel mondo,
dare confidenze a un muro,
alla curva di una strada.
Così quando moriamo
muore il corpo
e noi siamo immortali
perché siamo in un rovo,
nella tasca di un cappotto,
nella gamba di un tavolo.

Franco Arminio, da Cedi la strada agli alberi – Poesie d’amore e di terra, Chiarelettere, 2016

*ascoltando Eric Clapton –Tears in heaven https://www.youtube.com/watch?v=AscPOozwYA8

Scegli un posto dove restareultima modifica: 2018-01-11T08:45:31+00:00da irenesettanta
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento