Verbo essere (comunque)

Verbo essere (comunque) Nonostante tutto io sono tu sei noi siamo oltre l’invisibile notte che ci è caduta addosso oltre la voglia                  stanca di non essere più oltre il silenzio che ci soffia contro. Io sono tu sei noi siamo. Parole che respirano ̶  e possono urlare  ̶ punti fissi ma liberi di ogni invisibile notte                 che … Continua a leggere

Sì, insomma… qualche volta mi viene da pensare così

… ma solo qualche volta (altrimenti mi dicono che sono la solita pessimista!)   Nelle tasche Nelle tasche cercherei poche certezze                        e qualche sogno, non chiavi di macchine più grandi del nostro coraggio. Nelle tasche troverei pensieri mal piegati                               e briciole di ogni tentativo lasciato sulle panchine. Nelle tasche nasconderei sorrisi veri                 e vere parole. Anche tu … Continua a leggere

La poesia è di tutti (Quando la poesia “agisce” nelle strade)

(Articolo originale già apparso qui: http://caffebook.it/cultura/item/727-la-poesia-e-di-tutti-quando-la-poesia-agisce-nelle-strade.html) Che reazione avremmo se camminando in una qualsiasi città, tra le infinite immagini pubblicitarie che ci intasano la mente (anche senza che ce ne accorgiamo) o tra il caos e il degrado di certe zone, ci imbattessimo all’improvviso in una breve poesia scritta su un muro o su un foglietto attaccato ad una panchina? … Continua a leggere

Musica… dove meno te l’aspetti

Ti aspettavi un cenno di musica in quel luogo, in quel momento? Eri certa, eri certo che sarebbe arrivato. Invece no, ti sbagliavi: aspettavi musica da dove al massimo poteva uscire rumore. Però le note sono arrivate (o arriveranno) lo stesso, solo da un luogo del tutto inaspettato. Tutto insegna, e ora sai qualcosa in più. Altri La voce della … Continua a leggere

Balliamo?

Quando è stata l’ultima volta che hai ballato (o hai immaginato di ballare)?   Il minuetto Splendide mattinate. Giorni in cui mi manca tanto che non mi manca niente. Mi basta questa vita e non voglio altro. Immobile, spero che nessuno arrivi. Ma se arriva qualcuno, spero sia lei. Quella con le stelline di brillanti sulla punta delle scarpe. La … Continua a leggere

Effetti personali

Effetti personali Nella scatola di ognuno puoi  trovare un sorriso bambino e una parola non detta, una promessa delusa e un progetto fallito. E pagherei                   il vento o l’eco della pioggia per scombinare ̶   basterebbe un attimo   ̶ ogni schedario indifferente. Lo giuro, pagherei                  per un soffio incosciente e cieco                  di speranza. ©Irene Marchi   *ascoltando  Cat … Continua a leggere

Cosa manca?

    La lista Il pane  il latte  i fiori il tempo  la voglia  il lavoro gli sguardi  le mani  le risposte.                                 Le risposte. Nemmeno negli angoli bui troverai  risposte ̶  in quelli troppo in luce non ci sono mai state   ̶ tra polvere e false cortesie. Il pane il latte i fiori…                               le risposte sempre lì, nella … Continua a leggere

“Riding with the wind”

“Dimmi, Agathe, qualche volta non ti vola via il cuore?” Baudelaire, da Moesta Et Errabunda, in Les Fleures du Mal. “A quel gabbiano lì, invece, non importava tanto procurarsi il cibo, quanto volare. Più d’ogni altra cosa al mondo, a Jonathan Livingston piaceva librarsi nel cielo”. Richard Bach, da Il gabbiano Jonathan Livingston. A volte può essere d’aiuto ascoltare il … Continua a leggere