Cose necessarie (cielo, pane, diritti…)

Le cose di cui  abbiamo realmente bisogno sono molte meno del troppo che (generalmente) ci circonda.

Quindi, ricapitolando, abbiamo bisogno di poche cose, tra cui alcuni diritti (che possibilmente non vengano mai cancellati).

Poco, mi serve.
Una crosta di pane,
un ditale di latte,
e questo cielo
e queste nuvole.

(1921)

Velimir Chlèbnikov,  da 47 poesie facili e una difficile, traduzione di Paolo Nori, Quodlibet, 2009

°ascoltando Stone Gossard and Ani DiFranco – Disorders  https://www.youtube.com/watch?v=nOhcCEjDxiQ&t=5s : la canzone, pubblicata il 22 giugno 2022, ha il duplice scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul diritto all’aborto messo in pericolo in molti Stati americani e di raccogliere fondi a favore del National Network of Abortion Funds.

Com’era vestita?

no violenza di genere

(“Sì, ma com’era vestita?”
Smettiamola di fare questa orribile domanda!)

Speriamo

che sia femmina speriamo, che possa
amare chi vuole e non per forza
chi la vuole – o chi le impongono
tradizioni? religioni? prigioni? –
ancora speriamo che sia femmina
e abbia mille sorelle speriamo
mai pianga per esser nata femmina
speriamo possa dire anche un no
senza essere ammazzata e ,
senza che le venga detto puttana,
hai detto sì! – ed essere ammazzata

speriamo possa vestirsi di rosso
di giallo di nero, poi corta lunga
stretta grassa magra e madre o non
madre da sola o forse no – insomma,
più o meno come è consentito
a un maschio – e magari speriamo
non le venga mai chiesto com’eri vestita?

speriamo, sì, che fin dal primo giorno
le insegnino anche ad amarsi

©IreneMarchi2021