Giardini o giungle?

Parco Naturale Grotte di Oliero (VI)

Parco Naturale Grotte di Oliero (VI)

 

Tra un prato inglese e una giungla,
a che cosa ti senti più simile?

 

i tuoi occhi si sono mai posati su una bestia come me
ho una spina dorsale di gelso
collo di girasole
a volte sono deserto
a volte foresta pluviale
ma sempre terra selvaggia
il mio ventre straripa dalla cintola
ogni cosa si snoda come una cima di salvataggio
ci ho messo tanto per diventare
una ribellione tanto dolce
all’epoca mi rifiutavo d’innaffiare le radici
poi ho capito
se io sono l’unica
a saper essere terra selvaggia
terra selvaggia io sia
il tronco non può diventare ramo
la giungla non può diventare giardino
dunque perché dovrei io

Rupi Kaur, da The sun and her flowers – Il sole e i suoi fiori, traduzione di Alessandro Storti, tre60 edizioni, 2018

*ascoltando Santana – Soul Sacrifice
https://www.youtube.com/watch?v=xBtnCdTwyFA

Blackout Poetry

 

blackout p

Quello che manca

Libertà
di desideri e passioni
libertà:
ribellioni contro meccanismi schemi orologi
libertà (rivoluzione?)
li       ber           tà
di età corpo mente
libertà come resistenza

Irene Marchi – Esperimento di Blackout Poetry da p. 176 di Benjamin R. Barber, Consumati – Da cittadini a clienti, Einaudi, 2010

*ascoltando Pharrell Williams – Freedom https://www.youtube.com/watch?v=LlY90lG_Fuw

(altri esperimenti, qui: https://lapoesianonsimangia.myblog.it/2017/01/15/go-slowly/)

Chi scrive poesie dice che…

candela

Esporsi non è facile, è anche pericoloso, ma in certi casi è necessario.

(Da Piccolo decalogo trascurabile)


3
Nessuno ha mai finito la poesia.
Ne resta sempre tanta
per gli altri, per chi viene.

5
Per la poesia ci vuole
sogno e ragione, e notte
e vento e ribellione.
6
Le poesie sono tazzine di luce
nel cuore della notte.

10
Il poeta è uno che si espone.
Ai versi bisogna affidare cose
che ancora non abbiamo confidato a nessuno.
Altrimenti si fanno ombrelli, merendine.

Franco Arminio, da Resteranno i canti, Bompiani, 2018

 

 

Scrivo quando la passione
mi travolge l’anima
e non posso acchiapparla
con le mani.
Essa vuole scappare
correre in turbinii
con il vento.
Allora, con le dita
trasferisco sulla carta
i sentimenti,
le paure, gli amori
le inquietudini,
tutto in bianco e nero,
e torno ad essere
ancora una volta
la più imperterrita
delle statue.
 
Adriana Alarco de Zadra (poetessa peruviana, 1937)

 


Poesia è
notizie dalla frontiera
della coscienza

Poesia è
il grido che grideremmo
al risveglio in una selva oscura
nel mezzo del cammin
di nostra vita

Poesia è lamina luccicante
dell’immaginazione
deve risplendere
e quasi accecarti

Lawrence Ferlinghetti, da Cosʼè la poesia  –  Sfide per giovani poeti   (titolo originale What Is Poetry?), 2000, traduzione di Stefania Benini, Piccola Biblioteca Oscar Mondadori

* ascoltando Led Zeppelin – Moby Dick
https://www.youtube.com/watch?v=r9-42mu1D9Y