Dunque…

dunque

… finché c’è del rosa nella polvere d’oro della sera… va tutto bene.

Rinvio calcolato

Bella esce dal porto la nave. Il fumo rosa
nella polvere d’oro della sera. Dunque,
per quante volte ti abbiano rifiutato o tu abbia rifiutato,
una casa bianca sul colle chiede il tuo sguardo,
un bambino si bagna i piedi in mare sorridendo,
un uccello di notte canta anche per te.
Dunque, rinviamo di nuovo; incoroniamo
sul vetro incrinato questa piccola farfalla.

Karlòvasi (Samo), 29.VI.87

Ghiannis Ritsos, in Poesia n. 284 Luglio/Agosto 2013, traduzione di Nicola Crocetti, da Ghiannis Ritsos. Molto tardi nella notte, a cura di Nicola Crocetti ed Ezio Savino

*ascoltando Peter Green – Timeless Timehttps://www.youtube.com/watch?v=uZ-hM5JpIP0

Fischi per fiaschi

fischi per fiaschi

A chi non è mai capitato di “prendere fischi per fiaschi”, di vedere carrozze ed erano solo zucche, di vedere fiori ed erano solo grovigli di erba matta?  Ma, in certi momenti, sono comunque belli quei fiori inesistenti, fiori  solo per noi, lì, nella nostra fantasia (io, i miei, non li butterò via).

Quando si è scarsi di ragione o senno
càpita che si scambino
fischi per fiaschi
– fa’ che càpiti –
nei sereni di maggio
di’ pure che un usignolo più un usignolo
sommato a un altro usignolo
è una manciata di spiccioli d’oro
gettata nell’aria chissà da chi
chissà per chi
magari fra i tanti per te
quando sei solo

Pierluigi  Cappello, da La misura dell’erba, in Azzurro elementare, Bur, 2013

* ascoltando Traffic – Dear Mr Fantasy https://www.youtube.com/watch?v=pSQ1akE2CcM