Almeno due

Esprimi almeno due desideri a settimana, dagli un nome e “chiamali” spesso (col pensiero o anche a voce alta). Poi aspetta.

Desideri

Bere un caffè nel sole
di una piazza coi ciottoli e una torre.
Essere un giorno il ragazzo che corre
pieno di fiato e senza parole.
Con uno sconosciuto fare a botte
e subito venire perdonato.
Rifare il giro del mio isolato
cento volte con un amico a notte
per non dirgli addio
e fino all’alba parlare di Dio
o di donne, di malattie o di paghe
usando ancora le frasi vaghe
di chi litiga al bar sulla politica.
Abiurare la critica.
Avere un bambino
che ogni giorno la faccia a me.
Chiudere gli occhi senza temere
che non siano più vere
le tue mani che al sole mi fanno il caffè.

Matteo Marchesini, da Scherzi della natura, Valigie rosse editore, 2022

°ascoltando  The Cranberries – Wake Up And Smell The Coffee – https://www.youtube.com/watch?v=TGcHisWvmuo

La terapia

coffeeflowerstherapyjpg

Qual è la tua terapia contro la “botta di malinconia”?

Il caffè è sopravvalutato? Non credo:
una tazza calda tra le mani, adesso,
mi fa pensare a ciò che ho
e non a quello che mi manca
 
poi guardo i ciclamini comprati ieri
– come lo sanno i signori del marketing
che i fiori vanno messi proprio vicino
alle mele?– e penso che no, un buon caffè
non è mai sopravvalutato, e i fiori?
I fiori nemmeno, che sciocca!

©IreneMarchi2020