L’altra dimensione

 

STE_2007

Alberi, vento, fiori. E nient’altro.

 

Dimenticare città, nomi, desideri
di uomo: voglio solo fiorire, rivivere, io
non più io, ibisco, acacia,
conca aperta e tremante di un anemone.

Avere piedi e nodi d’erba, io
non più io, mani guantate
di germogli, ciglia nuove blu, di
scorza il torace, spezzato e vivo.

Ho dimenticato tutto, scrivo
perché dimenticare è un dono: non
desidero più che alberi, alberi, prode
di vento, onde che vanno e tornano, l’eterno

rinascere sterile e muto delle

cose

«Marzo è stato freddo e triste, ma
poi l’Aprile, praterie, portenti
di scarlatto lieve, ciliege, e le prime

rose» 

Giuseppe Conte (Imperia, 1945), da L’Oceano e il ragazzo, Rizzoli, Milano, 1983 

°ascoltando The Beatles – Strawberry Fields Forever https://www.youtube.com/watch?v=10LSq_J5ol4

Loro dormono

(Io li invidio, i gatti. Anche tu?)

 

È tranquillo qui. I gatti
poltriscono, ognuno
nel suo posto prediletto.

Il geranio si inclina da questo lato
per vedere se sto scrivendo di lui:
testa tutta petali, gambi
bruni, e quei ventagli verdi.
Come vedi,
sto scrivendo di te.

Accendo la radio. Sbagliato.
Non deve esserci nessun suono
in questa stanza, tranne
quello di una voce che legge una poesia.
I gatti chiedono
Il topo di campagna, di Theodore Roethke.

La casa si accomoda sul fianco
per un sonnellino.
So che siete con me, piante
e gatti — ma anche così ho paura,
seduta al centro della possibilità
perfetta.

Jane Kenyon (Stati Uniti, 1947-1995), da The boat of quiet hours, 1986

°ascoltando Gino Paoli – La gatta https://www.youtube.com/watch?v=r0MjJ9s3mIY

miciajpg

Qualcosa da coltivare

(Che colore avrà il fiore della pace?)

 

55

Da Gesta così minute,
Un Fiore, o un Libro,
Sono piantati i semi dei sorrisi –
Che fioriscono nel buio.
 

***

55
By Chivalries as tiny,
A Blossom, or a Book,
The seeds of smiles are planted –
Which blossom in the dark.

 

Emily Dickinson, da Tutte le poesie, a cura di Giuseppe Ierolli, 2008

 

°ascoltando Pete Seeger,  Flowers of Peace https://www.youtube.com/watch?v=PWFKnRNa3wk

#stopwar

Regala un fiore

 

A chi?
Io lo regalerei alla pace, per esempio.
Solo per vederla sorridere un attimo, e convincerla a restare.

(Un fiore potrà fare poco, ma se fossero milioni?)

☮ ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮  ☮ 

Per te

Per te
sono diventato un delinquente
uno scippatore
un cleptomane.
Mi inseguiranno tutti,
compreso il vigile all’angolo,
il professore di buona condotta
e il sorvegliante.
Per te
ieri pomeriggio
sono diventato un ladro di fiori.

Jairo Aníbal Niño (Colombia, 1941-2010), da Mi fa male la pancia del cuore – Poesie d’amore dai banchi di scuola, traduzione di Anna Mioni, Sonzogno, 2001

 ascoltando Giovanni Allevi – Flowers https://www.youtube.com/watch?v=PtPz0dHDe7E

Da dove (ri)partiresti?

Foto blog Andalusia 2022 by Marta

Qual è il paesaggio in cui senti di poter quasi toccare la libertà?

Io da qui, e tu?

vorrei ripartire a piedi nudi
e spettinata nel mio esistere
una corsa sulla sabbia un sole
lentissimo a Est e nessun cancello
a far barriera tra cielo e terra

©IreneMarchi2022

 

ascoltando Peter Green (Fleetwood Mac) – Albatross https://www.youtube.com/watch?v=tMp6uSsbgtg

(ringrazio mia figlia ♥ Marta per la fotografia)

Qualcosa di bello (II)

Che cos’è, per te, “qualcosa di bello”?

 

È fiorito l’albero del cortile

Una sfera
pallida e trasparente è caduta
sopra le braccia aperte
dell’albero in attesa.
Una sfera
di fiori brevi più bianchi dell’alba
s’è posata in cortile
tra vorticose pareti.
La sua presenza aerea
la sua improvvisa grazia da immortale
rende felice e disperato
chi la guarda

Daria Menicanti, da Poesie per un passante (1978), in Daria Menicanti – Il concerto del grillo, Mimesis, 2013

♣ ascoltando Peter Green’s Fleetwood Mac – Untitled Instrumental https://www.youtube.com/watch?v=RT4AFYla6QE
(qui, ancora “qualcosa di bello”)

(S)radicati

radix 1

Non regalarmi fiori recisi,
anche se sono di un’immensa bellezza.
Non accetto più niente,
nella mia vita,
che non abbia radici.

***

No me regales flores cortadas,
aunque sean de extrema belleza.
Yo no acepto ya nada,
en mi vida,
que no contenga raíces.

Ada Luz Marquez (Spagna), fonte https://cctm.website/ada-luz-marquez-espana/#.YRgpO9_OMz0

♣ ascoltando If These Trees Could Talk – From Roots To Needles https://www.youtube.com/watch?v=tVLjiC2N3dI&t=10s

Le risposte dei fiori

 

 casa rosa copia

Hai mai fatto una domanda a un fiore o a un albero?

Ti hanno risposto?


Dimmi, geranio del giardino
sai dove se n’è andata l’anima?
Il corpo assente
e le mie mani non riescono a ricamare i suoi ricordi.
Non so dove tu sia, anima mia
spero solo che tu vada di buon passo.
Non parlare con l’usignolo
perderesti il volo nell’ombra.
Non è ancora tempo
di incontrare l’albero dell’inizio.


Carmen Cristina Wolf (Caracas, 1950), da
Atavíos, Editorial El Pez Soluble,  traduzione di Silvano Bottaro

 

♣ ascoltando Joe Satriani – Wind In The Trees https://www.youtube.com/watch?v=0TO4ejwSzus

L’eredità

 

fioriprato

C’è ricchezza e ricchezza.

L’eredità

Sono ricca
di una ricchezza piccola
ma così grande
che non mi sta nella borsa
non mi sta nelle scarpe
mi muove i capelli
e mi solleva i pensieri.
Non ho lavorato tanto:
quello che mi ha reso ricca
è un’eredità della nonna

mi ha insegnato, ridendo,
a cogliere i fiori di campo

©IreneMarchi2021

♣ ascoltando Ezio Bosso – Pines and Flowers – Symphony No. 2, Under Trees’ Voiceshttps://www.youtube.com/watch?v=EWWhXpdPg0c

“… a un palmo da terra”

margherite nel prato

Non sarebbe bellissimo tornare a essere “corolle aperte a un palmo da terra“?

***

se, da adulti, riappare
la bianca terra iniziale
che avevamo negli occhi da bambini,

siamo tornati quelli che eravamo
bassi, vicini al senso delle cose,
corolle aperte
a un palmo da terra

9 ottobre 2017

Mariagrazia Calandrone, da http://www.mariagraziacalandrone.it

.

illustrazione Kanako