Un curioso attimo di gelosia

gattogeloso

Concorrenza sleale di prima mattina

Quando dissi:
“facciamo l’amore”
dicesti no
spiegandomi:
“Ho appena conosciuto in sogno
un uomo amabile.
Era cieco
ed era un tedesco
Non è buffo?”

Ti augurai sogni d’oro
e scesi da basso
alla mia scrivania
ma geloso
come non mai

°°°
 
Schmutzkonkurrenz am Morgen

Als ich Liebe vorschlug
lehntest du ab
und erklärtest mir:
“Ich habe eben einen
liebenswördigen Mann
kennengelernt
im Traum.
Er war blind
und er war ein Deutscher
Ist das nicht komisch?”

Ich wünschte dir schöne Träume
und ging hinunter
an meinen Schreibtisch
aber so eifersüchtig
wie sonst kaum je

Erich Fried, da È quel che è (Es ist was es ist), Einaudi, 1988
 

* ascoltando John Lennon – Jealous Guy https://www.youtube.com/watch?v=hmTCPVwRi1Q</a

“Finché cada la notte”

Henri Matisse – Donna seduta in poltrona, 1920

Henri Matisse – Donna seduta in poltrona, 1920

Parola carnale, 2

Sei tornata ridendo dal mercato, carica
di pane, frutta e un’infinità di fiori. Sui tuoi capelli, vedo,
ha passato le dita il vento. Non lo amo il vento;
te lo ripeto. E poi, che te ne fai di tanti fiori? Quali fra tutti,
tra l’altro, ti regalò il fiorista? E magari nello specchio
del suo negozio è rimasta la tua immagine illuminata di lato
con una macchia blu sul mento. Non li amo i fiori. 
Sul tuo seno
un fiore grande quanto un giorno intero. Siedi dunque di fronte a me;
voglio guardare solo come pieghi il ginocchio, e star lì a fumare
finché cada la notte misteriosa e s’alzi magnetica sul nostro letto
una luna popolare da sabato sera, col violino, il salterio e un clarinetto.

Ghiannis Ritsos (Grecia, 1909-1990),  da Erotica – Crocetti Editore, 1981

*ascoltandoTaj Mahal & Toumani Diabate — Queen Bee https://www.youtube.com/watch?time_continue=13&v=UnDYs9iZJ54

 

Non è gelosia

Egon Schiele, L'abbraccio, 1917

Egon Schiele, particolare da L’abbraccio, 1917

Non è gelosia, ma un piccolo desiderio di rivincita.
E il poeta non sarà certo l’unico ad averlo provato.

Fratello, credimi, non è gelosia

Fratello, credimi, non è gelosia
e neppure risentimento.
Non la odio e neppure serbo rancore a lui.
Che insieme entrambi siano felici.
Che abbiano pace.
Che siano liberi di amarsi molto.
Una sola cosa desidero.
Non per sete di vendetta,
è soltanto un capriccio innocente,
fratello, sai che non sono cattivo.
Il mio desiderio è che una notte lei
avvinghiata al suo corpo
nel suo orecchio sbagliando sussurri il mio nome.

Hermano, creeme, no son celos
ni tampoco resentimientos.
No la odio a ella ni le guardo rencor a él.
Que juntos los dos sean felices.
Que tengan paz.
Que sean libres de amarse mucho.
Una sola cosa deseo.
No es por sed de venganza
se trata de un inocente capricho,
hermano, sabes que no tengo maldad.
Mi deseo es que una noche ella
apretada a su cuerpo
en sus oídos se equivoque y le susurre mi nombre.

José Sbarra (Buenos Aires, 1950 -1996), da El mal amor, 2017

*ascoltando John Lennon – Jealous Guy https://www.youtube.com/watch?v=hmTCPVwRi1Q</a