“Quando siete felici, fateci caso” (cit.)

Un piccolo incidente

solo un attimo di distrazione
e mi ritrovo col muso dell’auto
distrutto – mentre sta per succedere
te ne accorgi, ma ormai è troppo
tardi – poi scendo: stiamo tutti bene
respiro sono felice. In futuro
vorrei imparare la felicità
anche senza dannate distrazioni

©irenemarchi – 3/09/2022

°ascoltando  Joe Satriani – Crushing Dayhttps://www.youtube.com/watch?v=eFRhmKuD9x8

Siamo sicuri che…

salite

… dopo la salita c’è la discesa?

 

Punto di vi(s)ta

se mi avessero detto i giorni,
quanti ne avrei spesi a cercare
quello che non ho trovato mai, forse
sarei scesa prima ma dove sono
ora mi sorprendono i tramonti
che scivolano tra gli alberi e
ancora il suono delle nuvole
nel vento. Se mi avessero detto
quanta salita nascondeva la strada
forse non sarei  qui avanzando a zig zag
stanca come prima di morire
però che vi(s)ta da quassù…

©IreneMarchi2022

°ascoltando Long Distance Calling – “Ascending” –https://www.youtube.com/watch?v=PU7WE1XejEk

V di vizio

Non tutti i vizi sono dannosi: ce ne sono alcuni che salvano l’esistenza.
Qual è il tuo vizio salvifico?

ancora oggi coltivo il vizio
di respirare oltre a rubare
i colori tutti delle nuvole
(e un po’ di pioggia per animarli):
 
ché se dipingo un cielo inganno
i miei passi e riesco a guardare
in alto anche a testa bassa
 
©IreneMarchi2022

°ascoltando Explosions In the Sky – Disintegration Anxiety https://www.youtube.com/watch?v=xT2UmlUmDQI&t=1s

(per altre lettere dell’alfabeto puoi leggere qui)

(Richiamare a settembre)

 

Salute!

primo, vedi di non ammalarti
secondo, se ti ammali non ammalarti d’estate
(le ferie, sai…)
terzo,  meglio se hai buone conoscenze
– Di medicina?
No, di persone giuste

@irenemarchi 2022

°ascoltando  Rino Gaetano – La ballata di Renzo –  https://www.youtube.com/watch?v=LLNFmz6sC4Y

Per gioco (?)

Onomanzìa s. f. [comp. aplologico del gr. ὄνομα «nome» e -manzia; cfr. l’ingl. onomancy], non com. – Pretesa arte di predire l’avvenire delle persone interpretandone opportunamente (secondo il valore etimologico o numerico o simbolico) il nome o le lettere di cui è formato”.
(dal Dizionario Treccani)

Che cosa raccontano il tuo nome e cognome?

***

Onomanzìa

dice il gioco che l’anagramma
di nome più cognome cela in sé
un segreto che ben ci rappresenta.
Il mio dice erri e manchi: “erro”
ovvero sbaglio – o bene che vada
girovago a vuoto – “manco” e qui
s’intende il bersaglio. Concludendo
il mio nomepiùcognome dipinge…
un disastro (che poi segreto non è)!

©IreneMarchi 2022

°ascoltando Amiina – Over and Again https://www.youtube.com/watch?v=92M01MGqADc&t=6s

Domande di riserva

cari saluti

Quali sono le domande che preferiresti non ti venissero più poste?

***

Cari saluti

non chiedermi anche tu e dove vai
in vacanza?, chiedimi le paure mie
più grandi – sarai così gentile
da non darmi della stupida? – chiedi
dove pianto le parole mai dette
o su quale pianeta mi nascondo
talvolta. Puoi chiedere se come te
aspetto qualcosa che non conosco
ma non chiedermi dove vai in vacanza?
o TANTI CARI SALUTI – ti ricordi
quelle vecchie cartoline svogliate? –
mi toccherà inviarti come risposta

Irene Marchi, da Dimmi come stai, Cicorivolta Editore, 2022

°ascoltando  Coldplay – Postcards from Far Away https://www.youtube.com/watch?v=C0BwLO0dlpo

È prepotente

(la poesia) è prepotente e non è un passatempo

***

 Mi hai detto scrivi

                                                        (ad Albertina)

mi hai detto scrivi
come nasce una poesia
ché già poesia mi sembra
come me l’hai spiegato un giorno:
t’avevo parlato, amica mia,
di parole che mi si ammassano
in un punto  – non lo so indicare
forse tra i capelli o forse no –
all’improvviso  c’è da liberarle
s’agitano spingono fanno male

tu mi hai detto scrivi come nasce
ma io soltanto so che la poesia
non ha un orario è prepotente
e chissà se tornerà

©IreneMarchi2022

°ascoltando Ben Harper and Charlie Musselwhite – Bad Habits – https://www.youtube.com/watch?v=uS_djlsx4bk

Bummbummbumm…

Che cos’è questo suono, profondo,  sotterraneo, che arriva dal futuro (o dal passato)? C’è da avere paura?

 

Bassissime frequenze

e poi c’è il suono della Terra:
sgomenta  lei  respira – onde lente –
in  frequenze basse  sempre più basse
e ci rimbomba fin dentro ai sogni
senti anche tu? stiamo rotolando
– polvere buia di antiche stelle –
verso l’orizzonte dell’universo (?)

IreneMarchi2022

°ascoltando Olivier Latry – Survols – Drone at Notre Dame de Parishttps://www.youtube.com/watch?v=MCPKxpwjiVk

Una sfumatura di assertività, per favore

svapo

Assertività: la capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni e opinioni, senza prevaricare né essere prevaricati.
(Esiste un shampoo che regali sfumature di assertività?)

***

 Assertività sfumata

Ti senti innaturale anche tu
appena uscita dal parrucchiere
mentre spettini quella testa nuova?
Che poi di ben nuovo non c’è nulla
sei sempre tu, la te stessa di prima,
oltre quello svaporio più brillante

e infatti ancora una volta
hai risposto sì, sì
– ma volevi dire no
quando ti hanno chiesto sorridendo
allora, ti piacciono così?

Irene Marchi, da Dimmi come stai, Cicorivolta Editore, 2022

°ascoltando  Francesco De Gregori – Belli capelli https://www.youtube.com/watch?v=glU2qVudGRI

 

Similitudini

25 luglio: 36 femminicidi, in Italia, dall’inizio del 2022

Come la guerra

cosa dice quella canzone? bianco
come la luna o come la nostra
paura come l’amore rosso … no
l’amore non c’entra – ti confondi
col possesso – nera la notte come
la penna che il nome rende muto
di un’altra donna ammazzata
da chi sei bella le aveva scritto 
come la vita mia tu sei – bella eri –
come mia vita solamente mia

@irenemarchi2022

°ascoltando Fabrizio De Andrè – La canzone di Marinella – https://www.youtube.com/watch?v=3pDyZPBYEFI

 “La Canzone di Marinella non è nata per caso, semplicemente perché volevo raccontare una favola d’amore. È tutto il contrario” disse Fabrizio De André in un’intervista con Luciano Lanza, del 1993. In effetti il brano di prende ispirazione da un fatto di cronaca che il cantautore aveva letto su un giornale quando aveva solo 15 anni. Era la storia di una giovane costretta a prostituirsi e poi, un giorno, gettata nel fiume Tanaro o nella Bormida da un criminale. “La storia di quella ragazza mi aveva talmente emozionato che ho cercato di reinventarle una vita e di addolcirle la morte” confidò Faber a Vincenzo Mollica nel 1997″ (cfr. https://www.r3m.it/2020/01/11/fabrizio-de-andre-la-canzone-di-marinella-segreto-omicidio/).