Gioco di ombre

gioco di ombre

Come in un buffo gioco di ombre cinesi, ci muoviamo un po’ a caso, rincorsi da paure più tangibili delle ombre stesse.

Uomini

Gli uomini?
Rapide ombre sull’acqua che scorre:
ombre d’anatre volanti. Dove vanno?
Battono, battono le ali;
volano volano; dove?
Sterminata la terra
e infinito il cielo
e la stagione bene adatta al volo.
Come bello il volare, se non fosse…
lontana forse e indistinta,
in agguato,
l’ombra di un cacciatore.

 
Shaikh Ayaz (poeta pakistano, 1923-1997) – (testo dal web: cantosirene.blogspot.it)

* ascoltando Tim Buckley – Phantasmagoria in Two https://www.youtube.com/watch?v=bsO756lqfVM; Fleetwood Mac – Jumpin’ at Shadows https://www.youtube.com/watch?v=Q3ure6_pa2M.

Si può guarire

guarirò

Qualcuno vuole guarire da se stesso? Andiamo. Un passo alla volta.

Guarirò

Guarirò
dai pensieri  stonati,
nodi sgraziati nella trama della vita
– sempre io, il filo dal brutto colore?
Guarirò
dalle paure furiose
di  stanze chiuse e finestre di pietra,
guarirò
dal peso perenne di doversi scusare
                                               e da quei sogni
 sbagliati – cambierò  libro, prima di dormire.

Sto guarendo:
già ora non ricordo come mi chiamo
                                              e potrei non voltarmi
quando qualcuno urlerà il mio nome.

(©Irene Marchi,  2018)

*ascoltando  Jeff Beck – Beck’s Bolero
https://www.youtube.com/watch?v=Vuj5toLeyY8